Pavlova alla cannella con sciroppo d’acero e pralinato di nocciole

Eccoci al 5 giugno, questa volta assolutamente in tempissimo, assolutamente con una bomba di golosità (no non si dice golosità ma l’avete vista questa meraviglia?!?), perfetta per la prova costume…solo se è quello per il prossimo carnevale ovviamente 😉

Sua maestà la pavlova, questo mese con le mie socie e la mitica Cecilia vi volevamo regalare un dolce goloso, perfetto su tutte le ruote e goloso, tanto tanto goloso!

Solo il pralinato è secondo me da denuncia all’ordine dei dietologi e anche a quello dei dentisti, nonostante sapessi a che temperature il caramello diventa caramello, non sono riuscita a non assaggiarlo ancora bollente nella pentola, il risultato è stato ovviamente un’ustione, ma un’ustione felice quindi alla fine va bene così!

Non abbiate paura che sia troppo dolce, non lo è assolutamente, la frutta spezza la dolcezza della meringa e la panna dona leggerezza al tutto, non chiedetemi come sia possibile ma vi assicuro che è proprio così, provare per credere.

Questo dolce ha una sola accortezza, non può attendere troppo in frigorifero, un paio di giorni ok ma al terzo la meringa ha perso tutta la sua croccantezza tra l’umidità della panna e della frutta, se volete un consiglio, preparatevi tutto e assemblate quando la porterete in tavola, così da avere una pavlova croccante e deliziosa!

Print Recipe
Pavlova alla cannella con sciroppo d’acero e pralinato di nocciole
Keyword dolci al cucchiaio, re-cake2
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 60 minuti
Porzioni
10 porzioni
Ingredienti
Per le meringhe
  • 6 albumi di uova grandi
  • 300 g di Zucchero semolato
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1 cucchiaio di amido di mais
Per il pralinato:
  • 100 g di nocciole
  • 150 g di Zucchero
Per la farcia:
  • 700 ml di Panna fresca
  • 1 cucchiaio di Zucchero a velo
Per la frutta:
  • 125 g di mirtilli
  • 2 Pesche
  • 6 albicocche
  • Sciroppo di acero
  • 700 ml di Panna fresca
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo
Keyword dolci al cucchiaio, re-cake2
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 60 minuti
Porzioni
10 porzioni
Ingredienti
Per le meringhe
  • 6 albumi di uova grandi
  • 300 g di Zucchero semolato
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1 cucchiaio di amido di mais
Per il pralinato:
  • 100 g di nocciole
  • 150 g di Zucchero
Per la farcia:
  • 700 ml di Panna fresca
  • 1 cucchiaio di Zucchero a velo
Per la frutta:
  • 125 g di mirtilli
  • 2 Pesche
  • 6 albicocche
  • Sciroppo di acero
  • 700 ml di Panna fresca
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo
Istruzioni
  1. Preriscaldate il forno a 140°C, 120°C se ventilato. Disegnate tre cerchi da 20cm su 3 fogli di carta forno (potete usare uno stampo o un anello, per farlo) e metteteli su tre teglie con la parte disegnata sotto.
  2. Per le meringhe, mettete gli albumi in una ciotola capiente e montateli a neve. Iniziate ad aggiungere lo zucchero a cucchiaiate, continuando a montare. Aggiungete anche la cannella. Alla fine, unite l’amido. Continuate a montare gli albumi fino a formare il classico becco e finché la meringa sarà bella lucida.
  3. Suddividete la meringa sui tre fogli di carta forno (mettete una punta di meringa tra la teglia e la carta forno per non farla spostare), quindi distribuite la meringa restando entro la circonferenza disegnata in precedenza. Cuocete le meringhe per un’ora, un’ora e dieci, quindi spegnete il forno e lasciatela raffreddare completamente (meglio se per tutta la notte) con lo sportello del forno aperto.
  4. Mettete un foglio di carta forno in un piatto o una teglietta. Per il pralinato di nocciole mettete lo zucchero in una padella o casseruola antiaderente piccola e ponetela su fuoco basso. Una volta che metà dello zucchero si sarà disciolto, mescolate delicatamente e fate sciogliere anche il resto, fino a ottenere un caramello ambrato. Unite le nocciole, mescolate fino a ricoprire completamente tutte le nocciole, quindi versate il croccante sulla carta forno, livellatelo e fate raffreddare e indurire. Una volta ben freddo, riducetelo con il coltello in piccoli frammenti.
  5. Montate la panna con lo zucchero a velo. Assemblate la pavlova mettendo uno dei dischi su una alzatina con la parte piatta verso il basso. Ricoprite con un terzo della panna. Ripetete la stessa operazione con gli altri due dischi di meringa e il resto della panna.
  6. Tagliate le pesche a quarti e le albicocche a metà. Riunitele in una ciotola con i mirtilli e qualche cucchiaio di sciroppo d’acero.
  7. Completate con parte della frutta, il pralinato (potrebbe non servirvi tutto) e altro sciroppo d’acero. Servite subito con il resto della frutta.
Recipe Notes
A metà cottura invertite le teglie in modo che la cottura sia il più uniforme possibile.

INDICAZIONI PER PARTECIPARE
Come sempre dovrete seguire la ricetta proposta da Re-Cake 2.0, potrete fare delle piccole personalizzazioni ma SENZA stravolgere l’essenza della ricetta.

POTETE VARIARE rispetto alla ricetta da noi proposta:

  • Il gusto/aroma della meringa
  • Il tipo di frutta fresca
  • Il tipo di frutta secca per il pralinato
  • La forma

NON SI PUO’ VARIARE:

  • Tutto quanto non menzionato

PER COLORO CHE HANNO ALLERGIE, INTOLLERANZE O PROBLEMI CON DETERMINATI ALIMENTI, SONO CONCESSE DELLE MODIFICHE

___________________________________________________

Noi l’abbiamo già testata, oggi nei nostri blog potete trovare le nostre osservazioni, i suggerimenti e le curiosità in merito.

Ecco i link:

Giulia: https://www.peppersmatter.ifood.it/

Alice: https://sinceramentealice.com
Alessandra: https://lacucinadiziaale.it/

Admin-per-un-mese  Cecilia

Prelevate la locandina e leggete il regolamento del gruppo:
https://www.facebook.com/groups/1532062697054772/

SARANNO CONSIDERATE IN GARA LE RICETTE ARRIVATE ENTRO LA MEZZANOTTE DEL 30 GIUGNO 2018!

___________________________________________________

Questo mese nel bunker con noi ci sarà la bravissima Tiziana del blog Deliziosa virtù che si è aggiudicata la sfida sul Monkey Bread alle erbe e spezie del mese scorso.

2 Comments

  • Reply
    Alice
    6 giugno 2018 at 20:26

    SI, golosità è davvero il termine giusto!!!! grande Giuliaaaaaaaa 😉

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Pasta cacio, uova e zucchine