Monkey Bread alle erbe e spezie

Questa volta in super super super ritardo…

In realtà, oltre al fatto di non aver avuto neanche un minuto per rendermi conto che era finito aprile ed eravamo ormai entrati a maggio, e che quindi la nuova Re-Cake non bussava solo alla porta ma la stava proprio buttando giù, appena mi sono messa a fare questa ricetta da denuncia (avevo appena iniziato la dieta e queste palline qui sono MICIDIALI) , c’è stato tipo un cataclisma, fulmini, grandine, connessione del tutto assente, non solo quella di casa che vabbè si sà che da queste parti non navighiamo proprio come schegge, ma pure il 4 g del telefono…insomma una congiura metereologica!

 

Probabilmente il tempo mi diceva che dovevo ascoltare le mie compagne di avventura, non dovevo avvicinarmi ad una di quelle palline, non dovevo assaggiare perchè “oh la dukkah, mai fatta chissà che sapore ha” perché da lì a “Huston abbiamo un problema, mezzo monkey bread si è smaterializzato disintegrando la mia dieta” il passo è veramente breve…

 

Ma io no, io dovevo testare con mano…e infatti manco il coltello serve per mangiare questa delizia criminale assassina della dieta, tanti sacrifici e poi per smaltirla sembravo “corri Forest corri” sotto l’acqua…maledetta me e quando ho voluto sapere che sapore aveva…la bilancia è ancora arrabbiata e non mi parla.

Comunque se avete un rapporto più umano con il vostro self control (e pure con la vostra bilancia) questa è una di quelle ricette che non potete non fare, non c’è una sola pallina, una che non vorrete assaggiare è semplicemente DIVINO!!!

 

 

Bando agli indugi segnatevi la ricetta e mettete le mani in pasta, io vi aspetto nel gruppo per giocare o per parlare di quanto bisogna camminare per non sentirsi troppo in colpa 😉

Print Recipe
Monkey Bread spezie e erbe
Tempo di preparazione 2 ore
Tempo di cottura 30 minuti
Tempo Passivo 2 ore
Porzioni
6 porzioni
Ingredienti
  • 600 g Farina o
  • 2 cucchiain Sale
  • 1 bustina bustina di lievito di birra secco
  • 1 cucchiaino Zucchero
  • 1 uovo
  • 250 ml acqua tiepida
  • 80 ml Olio Extravergine di Oliva
  • 100 g burro fuso
  • 2 spicchi spicchi di aglio
  • 2 cucchiai semi di sesamo tostati
  • 2 cucchiai Semi di papavero
  • 2 cucchiai dukkah al pistacchio
 o pistacchi salati e tostati
  • 4 cucchiai pasta di peperoncino
  • 20 g mandorle a lamelle
Per la Dukkah
  • 120 g pistacchi non salati
  • 1 cucchiaio semi di cumino
  • 1 cucchiaio semi di coriandolo
  • 3 cucchiai Semi di Sesamo
  • foglie di menta fresca tritate facoltative
  • 1 cucchiaino Sale
  • 1 cucchiaino peperoncinopolvere
Per la pasta di peperoncino
  • 10 peperoncini secchi
  • 2 spicchi aglio
  • 1 cipolla
  • 100 ml Olio Extravergine di Oliva
  • foglie di menta fresca tritate facoltative
  • 1 in cucchiaino di peperoncinopolvere
  • 1 cucchiaino di Sale
Tempo di preparazione 2 ore
Tempo di cottura 30 minuti
Tempo Passivo 2 ore
Porzioni
6 porzioni
Ingredienti
  • 600 g Farina o
  • 2 cucchiain Sale
  • 1 bustina bustina di lievito di birra secco
  • 1 cucchiaino Zucchero
  • 1 uovo
  • 250 ml acqua tiepida
  • 80 ml Olio Extravergine di Oliva
  • 100 g burro fuso
  • 2 spicchi spicchi di aglio
  • 2 cucchiai semi di sesamo tostati
  • 2 cucchiai Semi di papavero
  • 2 cucchiai dukkah al pistacchio
 o pistacchi salati e tostati
  • 4 cucchiai pasta di peperoncino
  • 20 g mandorle a lamelle
Per la Dukkah
  • 120 g pistacchi non salati
  • 1 cucchiaio semi di cumino
  • 1 cucchiaio semi di coriandolo
  • 3 cucchiai Semi di Sesamo
  • foglie di menta fresca tritate facoltative
  • 1 cucchiaino Sale
  • 1 cucchiaino peperoncinopolvere
Per la pasta di peperoncino
  • 10 peperoncini secchi
  • 2 spicchi aglio
  • 1 cipolla
  • 100 ml Olio Extravergine di Oliva
  • foglie di menta fresca tritate facoltative
  • 1 in cucchiaino di peperoncinopolvere
  • 1 cucchiaino di Sale
Istruzioni
Per il monkey bread
  1. Unite la farina, il sale, il lievito e lo zucchero in una ciotola capiente. Aggiungete l’uovo, l’acqua e l’olio e mescolate. Rovesciate l’impasto su un piano di lavoro leggermente infarinato e impastate per dieci minuti (oppure lavorate l’impasto in planetaria con il gancio) o fino a ottenere un impasto liscio ed elastico. Ponete l’impasto in una ciotola unta e coprite con pellicola. Fate lievitare l’impasto per un’ora o finché non sarà raddoppiato di volume.
  2. Preriscaldate il forno a 180 gradi. Imburrate uno stampo da bundt cake o da ciambella da 18-20 cm con una parte del burro fuso. Infarinate lo stampo e rimuovete la farina in eccesso.
  3. Riprendete l’impasto e sgonfiatelo. Mettetelo su una superficie leggermente infarinata e dividetelo in quattro parti. Da ciascun quarto ricavate 16 pezzi e arrotolateli per farne delle palline. Fate lo stesso con il resto dell’impasto.
  4. Unite in una ciotola il burro fuso restante e l’aglio tritato finemente (meglio se ridotto in crema con uno spremiaglio). Mettete i semi di sesamo, di papavero, la dukkah, il parmigiano, le mandorle, l’erba cipollina, il prezzemolo e la pasta di peperoncino in ciotole separate.
  5. Spennellate una pallina di impasto con il burro all’aglio e passatela nei semi di sesamo. Mettetela quindi nello stampo preparato in precedenza. Ripetete l’operazione con le palline restanti, alternando semi di papavero, dukkah, parmigiano, mandorle, peperoncino, erba cipollina e prezzemolo.
  6. Fate lievitare per 15-20 minuti.
  7. Cuocete per 30-40 minuti o finché i panini non saranno dorati e cotti all’interno. Lasciate nello stampo per 5 minuti e fate raffreddare prima di capovolgere il monkey bread su una gratella. Servite caldo o a temperatura ambiente.
Per la Dukkah
  1. Preriscaldate il forno a 200 gradi. Disponete i pistacchi sgusciati su una teglia e tostateli in forno per 5 minuti o fin quando non iniziano a diventare dorati. Tritateli quindi grossolanamente.
  2. In una padellina posta sul fuoco medio riscaldate i semi di cumino e coriandolo fino a quando non soprigionano il loro aroma. Trasferiteli in un mortaio e pestateli senza ridurli completamente in polvere. Tostate anche i semi di sesamo nella stessa padella.
  3. Trasferite i pistacchi tritati grossolanamente nel mortaio e pestateli fino a sbriciolarli un po’. Unite i semi di sesamo, la menta, il peperoncino e il sale, quindi trasferite tutto in una ciotola per servire o in barattoli di vetro ben chiusi.
Per la pasta di peperoncini secchi
  1. Con dei guanti aprite i peperoncini secchi e togliete i semi, private l'aglio dell'anima, tagliandolo a metà e dopo averla spellate, tagliate la cipolla in quattro parti.
  2. In una padella fate rosolare i peperoncini secchi, l'aglio e la cipolla ridotta in quarti, lasciate che l'olio prenda sapore e che la cipolla si imbiondisca.
  3. Trasferite tutto in un bicchiere stretto e alto e frullate con un mixer ad immersione fino ad ottenere una pasta densa e cremosa. Conservate in un barattolo di vetro, in frigorifero per 10 giorni.

INDICAZIONI PER PARTECIPARE
Come sempre dovrete seguire la ricetta proposta da Re-Cake 2.0, potrete fare delle piccole personalizzazioni ma SENZA stravolgere l’essenza della ricetta.

POTETE VARIARE rispetto alla ricetta da noi proposta:

  • Tipo di farina
  • Fino a un MASSIMO di 3  spezie/erbe (purché il totale sia sempre di 8 gusti diversi, come da ricetta originale)
  • La forma

NON SI PUO’ VARIARE:

  • Tutto quanto non menzionato

PER COLORO CHE HANNO ALLERGIE, INTOLLERANZE O PROBLEMI CON DETERMINATI ALIMENTI, SONO CONCESSE DELLE MODIFICHE

___________________________________________________

Noi l’abbiamo già testata, oggi nei nostri blog potete trovare le nostre osservazioni, i suggerimenti e le curiosità in merito.

Ecco i link:

Alessandra: https://lacucinadiziaale.it/

Alice: https://sinceramentealice.com
Giulia: https://www.peppersmatter.ifood.it/

Admin-per-un-mese  Silvia

Prelevate la locandina e leggete il regolamento del gruppo:
https://www.facebook.com/groups/1532062697054772/

SARANNO CONSIDERATE IN GARA LE RICETTE ARRIVATE ENTRO LA MEZZANOTTE DEL 30 MAGGIO 2018!

___________________________________________________

Questo mese nel bunker con noi ci sarà la nostra Cecilia del blog Idee in pasta che si è aggiudicata la sfida sulla tart al cioccolato e lamponi di Ottolenghi.

No Comments

Leave a Reply

CONSIGLIA Gelato allo Yogurt con Topping al Cioccolato