Ravioli di Grano Arso ai Carciofi per le Bloggalline

20140720-162017-58817177.jpg

C’è questo contest…per Expo e le Bloggalline lo hanno organizzato e…mi potevo tirare indietro?

Insomma sarei stata radiata o…cacciata dall’aia, ma vi assicuro che ho pensato tanto a cosa proporre, questo è troppo semplice, questo ancora non lo capisco bene, questo è buono ma è una rivisitazione di qualcun’altro, volevo qualcosa di mio…almeno per partecipare con onore a tutta quella galleriadi meraviglie che ogni bloggallina sta creando.

L’Aia è tutta in fermento, ho visto piatti che voi umani…cose inimmaginabile che sono buonissime già solo alla vista…figuriamoci a poterle assaggiare (ecco a tal proposito propongo a tutte le galline all’ascolto un raduno per assaggiare i piatti del contest…per essere sicure della qualità insomma ;)…..)

Alla fine la scelta è ricaduta su questi ravioli…”Ravioli? ma non è troppo semplice?!?” si è semplice ma sono un piatto della tradizione, uno tra i primi piatti che mi ha insegnato mia nonna (secondi solo alla pizza) e quindi se dovevo partecipare, dovevo farlo con qualcosa che mi rappresentasse e la pasta ha in me un qualcosa di evocativo, di familiare, quindi pasta sia, con la ricetta della mia nonna ma con una farina tutta nuova per me, quella di grano arso.

Non appena ho aperto lo scatole del Molino Rossetto ho capito che era la prima che volevo provare e volevo farne della pasta, non sapevo neanche se era adatta, era la prima volta che l’avevo ed è stata una bella scoperta, non vi nascondo lo scetticismo mentre preparavo i ravioli con l’odore di cenere che aveva invaso la cucina ma il gusto…questo fantastico retrogusto di affumicato che si è sposato benissimo con i carciofi della farcitura, qui ha passato tutti gli esami a pieni voti, quindi, care bloggalline, ecco la mia proposta!

20140720-162142-58902758.jpg

Per 4 Persone:

Per i Ravioli:
400 g di Farina di Grano Arso (per me Molino Rossetto)
4 Uova Medie
2 Cucchiai di Olio d’oliva
1 Pizzico di Sale

Per la Farcia:
2 Carciofi
Mentuccia Romana
1 spicchio di Aglio
Olio d’oliva
Sale e Pepe

Cominciate dalla farcia, che avrà così il tempo di raffreddarsi, pulite i carciofi e tagliateli a fettine sottili, tritate la Mentuccia, pulite l’aglio e schiacciatelo, mette aglio e olio nella padella e fate scaldare, quando sarà caldo aggiungete i carciofi e la mentuccia e fate rosolare, aggiungete unbicchiere di acqua elasciate cuocere coperto per circa 20/30 minuti, controllando che l’acqua non sia del tutto evaporata, quando i carciofi saranno ormai morbidi, togliete il coperchio, e continuate a cuocere, mescolando, fino a quando l’acqua non sarà del tutto evaporata, spegnete il fuoco, mettete su un piatto e lasciate raffreddare.

Prepariamo ora la pasta, per velocizzare il tutto io metto la farina le uova e l’olio in un cuttere frullo tutto, quando ho ottenuto un composto “sbriciolato” lo passo sul piano di lavoro e continuo ad impastare a mano fino ad ottenere un composto sodo ed elastico, copritelo con della pellicola e lasciate riposare per circa 30 minuti.

Nel frattempo trasferite la farcia, ormai tiepida e meglio ancora fredda, su un tagliere e tritatela grossolanamente.

Riprendete l’impasto e cominciate a stenderlo, prima con un mattarello poi potete aiutarbi con la nonna papera (la macchina per tirare la sfoglia insomma), dovrete ottenere una sfoglia sottile, ma non troppo, circa 3-4 mm, fate delle strisce di sfoglia alte circa 3 cm e cominciate con la farcia, mettetene 1 cucchiaino ogni 2 cm, poi prendete un”a
tra striscia di sfoglia e coprite quella con la farcia, aiutandovi con le dita fate aderire bene i due strati di pasta, soprattutto intorno alla farcia, in modo da far uscire l’aria, poi con un coppa-pasta o con un coltello tagliate i ravioli e siggillate i bordi con l’aiuto di una forchetta.

Ora non vi resta che mettere. bollire una pentola di acqua salata, aggiungere 1 cucchiaio di olio, (per non far attaccare i ravioli in cottura) e pbuttarei ravioli, non appena verranno a galla contateun paio di minuti e scolate.

Io li ho conditi solo con burro e salvia, una manciata di erba cipollina e un cucchiaio di nocciole tritate…vi assicuro che erano ottimi!

20140720-162328-59008603.jpg

“Con questa ricetta, partecipo al contest : “La Cucina Italiana nel Mondo verso l’Expo 2015”, organizzato da Le Bloggalline, in collaborazione con INformaCIBO

 

20140720-163116-59476196.jpg

7 Comments

  • Reply
    Baguette di grano arso e olive |
    28 aprile 2015 at 15:02

    […] Farina l’avevo già messa alla prova con della pasta ripiena ma ammetto che con il pane dà veramente il meglio di se, lascia in bocca una nota leggermente […]

  • Reply
    Valentina
    20 luglio 2014 at 19:50

    Che bella ricetta! Grazie mille per avercela regalata e in bocca al lupo! 🙂 :*

    • Reply
      peppersmatter
      20 luglio 2014 at 19:51

      Grazie Vale!!! Crepi il lupo!!! È un onore partecipare!

  • Reply
    Silvia
    20 luglio 2014 at 17:31

    Sono fantastici. Mai assaggiata questa farina e credo che sia anche un po’ difficile da trovare. Bravissima.
    Un abbraccio, Silvia

    • Reply
      peppersmatter
      20 luglio 2014 at 17:34

      si Silvia, in effetti non è facilissima da trovare ma ha un sapore veramente unico, con un lieve retrogusto di affumicato, che nella pasta secondo me sta benissimo!
      un abbraccio

  • Reply
    Ale - Ricette Di Cultura
    20 luglio 2014 at 17:29

    Giulia, lo dico, questi ravioli sono davvero splendidi, così gonfi e tondetti…mi è venuta voglia di cercare la farina di grano arso… E poi devo dire che queste foto mi piacciono un sacco…mi sembra proprio di entrare nel tuo piatto! Bravissima e un abbraccio forte!

    • Reply
      peppersmatter
      20 luglio 2014 at 17:33

      Grazie Ale!!! mia nonna dice che un raviolo vuoto è solo pasta sciocca quindi… sulle foto sto ancora imparando ad usare la mia nuova piccolina!

    Leave a Reply

    CONSIGLIA Ricette disegnate: Castagnaccio